MAROCCO

Informazioni per il trasporto, i documenti di spedizione e l'importazione. Trasporti e spedizioni in Marocco

Morocco

Capitale
Rabat

Popolazione
33’762 Mio

Lingue nazionali
Arabo, francese

Valuta
Dirham (MAD)

Prodotto interno lordo (PIL)
USD 103.1 Mrd

PIL pro capite
USD 3077

Cifra d’affari esportazioni in Svizzera
CHF 285.68 Mio

Cifra d’affari importazioni dalla Svizzera
CHF 221.00 Mio.

Relazioni bilaterali Svizzera–Marocco

Le relazioni diplomatiche tra la Svizzera e il Marocco sono buone e molto diversificate. Il Marocco è una destinazione apprezzata dai turisti svizzeri. Nel 2016 i due Paesi hanno celebrato il 60° anniversario delle loro relazioni diplomatiche.

Cooperazione economica

Il Marocco è considerato un partner commerciale di media grandezza della Svizzera. La Svizzera esporta principalmente prodotti farmaceutici, macchinari e prodotti dell’industria orologiera verso il Marocco, mentre la maggior parte delle importazioni da questo Paese riguarda pietre e metalli preziosi, gioielli nonché prodotti tessili e abbigliamento.

La Svizzera è attiva in Marocco da più di 60 anni e la Camera di commercio svizzera è stata fondata oltre 25 anni fa a Casablanca. Alla fine del 2014 le imprese svizzere in Marocco impiegavano più di 7580 persone.

Lingue commerciali

Arabo, francese o spagnolo, a seconda delle zone.

Pesi e misure

Sistema metrico e unità di misura arabe.

Valuta

Valuta nazionale Dirham (DH) = 100 centimes.
Codice ISO: MAD

Tariffa doganale

Sistema armonizzato. Sdoganamento in base al valore della transazione.

Controllo di importazione

Le importazioni non sono soggette a quasi nessuna restrizione.
Per le importazioni di armi, munizioni, libri, CD, alcool, veicoli commerciali pesanti, vestiti e pneumatici sono necessarie autorizzazioni di importazione. Le licenze di importazione vengono concesse solo in assenza di produzione nazionale e solo ad aziende farmaceutiche che producono già in Marocco.
Per alcune merci il 40% delle importazioni deve essere trasportato da navi marocchine battenti bandiera del Marocco. Le importazioni da parte di agenzie statali o parastatali possono essere trasportate esclusivamente da navi marocchine o noleggiate in Marocco.
Aliquota standard dell’imposta sugli affari: 20%
Le banche commerciali svolgono transazioni di importazione in gran parte sotto la propria responsabilità. Agli importatori spettano gli obblighi di notifica. L’utilizzo di valute estere, che sono di proprietà delle banche, vi esonera nell’ambito delle consuete operazioni commerciali estere in corso.

Condizioni di pagamento e offerte

Si raccomanda la lettera di credito, mentre per importatori solventi è permesso il metodo dei “documenti contro pagamento”. I contratti di vendita su base FOB con costi di trasporto e di assicurazione specificati separatamente sono favoriti dal Marocco. Fatturazione in euro.

Indicazioni di origine

Per merci il cui aspetto potrebbe fornire un’indicazione d’origine fuorviante, indicare “Importé de Suisse”, ove possibile. Osservare un regime speciale per generi alimentari e vino.

Marcatura / etichettatura

Marcatura corrente; per merci in transito via Ceuta o Melilla è importante indicare “Ceuta en Transito para Marruecos”. Normative di etichettatura specifiche si applicano ad alimenti, alimenti per animali e bevande.

Imballaggio

Nessuna normativa di marcatura specifica per i colli, nell’imballaggio per spedizioni marittime.

Modelli e campioni di merci

Campioni esenti da dazio doganale se privi di valore commerciale; indicare l’annotazione: “Echantillon sans Valeur Commerciale”.
Si applica il carnet A.T.A. per equipaggiamento professionale, merci per esposizioni/fiere e campioni commerciali.
Per campioni di commessi viaggiatori soggetti a dazio doganale documentarsi maggiormente.

Documenti di spedizione e accompagnamento

Documenti abituali, nonché:

a) Fatture commerciali (in duplice copia), con tutte le consuete indicazioni, peso lordo e netto, valore FOB, condizioni di consegna, descrizione precisa delle merci e così via in lingua francese, non è richiesta l’attestazione.

In fondo alla fattura l’esportatore deve riportare la seguente dichiarazione firmata: “Nous certifions que les marchandises dénommées dans cette facture sont de fabrication et d’origine de Suisse”. Nelle copie della fattura riportare e firmare la frase seguente: “Nous certifions que cette facture est conforme à l’original”;

b) Certificati di origine solo su richiesta, sempre necessari per il vino. Per i prodotti di origine svizzera, ove richiesto, indicare “Suisse” o “Union Européenne”;

c) Colli postali e colli con spedizione aerea dotati dell’adesivo “Con spedizione aerea” fino a 20 kg ciascuno: 1 bollettino di spedizione estero, 1 dichiarazione in dogana (inglese/francese), 2 fatture commerciali (francese), come descritto al punto a);

d) Possibile una polizza di carico senza autenticazione con indirizzo di ritorno;

e) Prova dell’origine preferenziale: certificato 1 (rilasciato dall’ufficio doganale), dichiarazione di origine su fattura (per qualsiasi esportatore fino a un valore massimo di 6000 €, per gli “esportatori autorizzati” senza limite di valore). Testo della dichiarazione di origine (versione italiana): L’esportatore delle merci contemplate nel presente documento (autorizzazione doganale n. …) (1) dichiara che, salvo indicazione contraria, le merci sono di origine preferenziale … (2). Se la dichiarazione su fattura viene rilasciata da un esportatore autorizzato, il numero di autorizzazione dell’esportatore autorizzato deve essere registrato al punto (1). Se la dichiarazione su fattura non viene rilasciata da un esportatore autorizzato, le parole tra parentesi possono essere omesse o lo spazio può essere lasciato vuoto. (2) Indicazione obbligatoria dell’origine dei prodotti;

f) EUR-MED;

g) Distinta di carico: fatta eccezione per le fatture commerciali, non esiste alcuna indicazione precisa sulle merci contenute nei singoli colli, pertanto alla spedizione deve essere allegata una distinta di carico. Il contenuto dei colli deve essere elencato chiaramente nella distinta di carico in lingua francese insieme a una descrizione della merce, marche e numeri.

 

EVVDataCenter - L'archivio digitale delle IMe

Oltre 1000 aziende hanno scelto EVVDATACENTER, un prodotto che semplifica notevolmente il disbrigo automatico delle vostre IMe Import, Export, nonché tutta la documentazione inerente le vostre spedizioni. Con EVVdatacenter il ritiro, il controllo, l’archiviazione, le analisi, le statistiche e la ricerca risulteranno nettamente molto più efficienti. Evvdatacenter, il prodotto più venduto, apprezzato ed economico in Svizzera.