REPUBBLICA SUDAFRICANA

Servizi di trasporto e logistica nella Repubblica Sudafricana

South Africa

Capitale
Pretoria

Popolazione
54.14 Mio

Lingue nazionali
Zulu, Xhosa, Afrikaans, Sepedi, Inglese, Sesotho, Setswana, etc.

Valuta
Rand (ZAR)

Prodotto interno lordo (PIL)
USD 323.8 Mrd.

PIL pro capite
USD 5902

Cifra d’affari esportazioni in Svizzera
CHF 723.41 Mio

Cifra d’affari importazioni dalla Svizzera
CHF 2175.23 Mio.

Relazioni bilaterali Svizzera–Sudafrica

La Svizzera e il Sudafrica sono legati da relazioni intense e articolate. Il Sudafrica è un Paese strategico per la Svizzera, di cui è uno dei più importanti partner economici sul continente africano. Priorità della cooperazione sono lo sviluppo economico, la scienza e la ricerca.

Cooperazione economica

Il Sudafrica rappresenta per la Svizzera uno dei principali partner economici sul continente africano. Nel 2014 il volume degli scambi bilaterali ha raggiunto circa 1,3 miliardi di franchi.
La Svizzera ha importato dal Sudafrica soprattutto metalli preziosi (soprattutto platino) ed esportato nel Paese prodotti farmaceutici, macchinari, strumenti di precisione e orologi. Nel 2014 la Svizzera era inoltre il settimo investitore estero in Sudafrica. Tra tutti i turisti europei che visitano il Sudafrica, gli Svizzeri sono il gruppo più numeroso.
Più di 100 aziende svizzere con filiali o stabilimenti di produzione in Sudafrica hanno creato circa 33’000 posti di lavoro. Uno Swiss Business Hub per la promozione del commercio e degli investimenti è integrato nell’Ambasciata di Svizzera a Pretoria.

 

Lingue commerciali

Inglese, afrikaans.

 

Pesi e misure

Sistema metrico

 

Valuta

Valuta nazionale Rand (R) = 100 Cents (c).
Codice ISO: ZAR

 

Tariffa doganale

Sistema armonizzato. Sdoganamento in base al valore della transazione.

 

Controllo di importazione

Le merci soggette a licenza sono pubblicate in elenchi dalla dogana (www.itac.org.za.). Per queste merci è necessario indicare il numero di licenza e la data di scadenza su tutti i documenti di trasporto. La licenza deve essere presente prima della spedizione delle merci. Nei porti sudafricani le merci in arrivo soggette a licenza, se sono prive di licenza valida, vengono confiscate. Avviso urgente prima della spedizione di merci con obbligo di autorizzazione di merci senza licenza di importazione. Queste vengono considerate come importazione illegale.
Imposta sugli affari: 14%
I controlli sulle valute sono stati ridotti gradualmente. Ai residenti è concessa l’apertura di conti in valuta estera.

 

Condizioni di pagamento e offerte

Solitamente lettera di credito confermata e irrevocabile. Cassa dietro presentazione di documenti (D/P) in caso di buoni accordi commerciali.
Valute estere per gli importatori solo dietro presentazione dei documenti di trasporto. Fatturazione in euro, anche in £ o US $ FOB presso porti europei.
Corrispondenza principalmente in inglese. Le offerte e le fatture commerciali devono essere redatte in lingua inglese.

 

Indicazioni di origine

Se la presentazione, la scritta o la denominazione delle merci potessero dare l’impressione di un prodotto di origine sudafricano o essere altrimenti fuorvianti, le merci e i relativi imballaggi devono recare l’indicazione del Paese d’origine (“Made in …”).

 

Marcatura / etichettatura

Disposizioni sull’etichettatura per merci argentate, disinfettanti, alimenti, cosmetici, attrezzi agricoli.
Marcatura merci tradizionale (mittente, destinatario, peso netto e lordo) con indicazione del nome del paese di provenienza.

 

Imballaggio

Non utilizzare paglia e fieno se possibile. Garantire che l’imballaggio sia sufficiente. Imballaggio per spedizioni marittime, casse e tramezzi in legno sano, controllo all’arrivo, in alcune circostanze disinfezione forzata. Per la marcatura delle casse, chiedere all’importatore o allo spedizioniere per eventuali disposizioni speciali. Per i trasporti su rotaia in Sudafrica, le casse da trasportare devono recare l’indirizzo completo del destinatario. Considerando le tasse esigue, in caso di errori questo può anche essere fatto dall’amministrazione ferroviaria.
ISPM Nr. 15 applicabile.

 

Modelli e campioni di merci

Nella prassi le piccole quantità, se dimostrano solo la qualità e il tipo di merce, sono ammesse senza dazi doganali. Fatturazione speciale per modelli necessaria in inglese, se il modello viene fornito con valore commerciale non conteggiato. Richiesta presso la Camera di commercio e dell’industria consigliato. Procedura Carnet ATA possibile.

 

Documenti di spedizione e accompagnamento

Documenti tipici, come:

a) Fatture commerciali (1 copia) con indicazioni tradizionali, come indirizzo del venditore e dell’acquirente, indicazione della nave, porto di destinazione, denominazione delle merci, pesi, prezzi di vendita (valori FOB), numero e data commessa, numero tariffa doganale, condizioni e dati di consegna in lingua inglese. Per i tessuti devono in particolare essere indicati: nome e indirizzo dell‘“indent agent“ o eventualmente della “confirming house” e del “supplier’s sample number” (il numero del modello che identifica il tessuto del fornitore). Inoltre, ad ogni fattura deve essere attaccato un campione di 15 cm x 8 cm che deve recare con un timbro con colore indelebile: il nome del fornitore e il numero del modello del tessuto, che deve corrispondere a quello riportato in fattura;

b) Le polizze di carico non richiedono autenticazione;

c) Certificati di origine della Camera del commercio e dell’industria non necessari, ma dichiarazione di origine (Declaration of Origin for the export of goods to the Republic of South Africa) in 3 copie, se le merci sono soggette a diverse tariffe doganali e si deve ottenere il dazio preferenziale; da firmare da parte dell’esportatore (modulo DA 59);

d) Come prova di origine preferenziale: EUR. 1 per spedizioni, se i prodotti rientrano nell’accordo di libero scambio con l’UE. EUR. 1 per spedizioni fino ad un valore della merce di 6.000 €. Bisogna presentare la seguente dichiarazione: “L’esportatore delle merci contemplate nel presente documento dichiara che, salvo indicazione contraria, le merci sono di origine preferenziale …”. Per spedizioni per valori superiori a 6.000 € è normalmente necessaria la certificazione di traffico merci EUR. L’esportatore compila i moduli e l’ente doganale li emette. Gli “esportatori autorizzati” possono utilizzare la dichiarazione di origine sopra citata dopo l’autorizzazione dell’ufficio doganale competente sui documenti commerciali anche con spedizioni superiori a 6.000 €;

e) Per pacchetti postali fino a 31,5 kg: 1 bollettino di spedizione estero, 2 dichiarazioni in dogana (inglese), 1fatture commerciali con firma.

 

EVVDataCenter - L'archivio digitale delle IMe

Oltre 1000 aziende hanno scelto EVVDATACENTER, un prodotto che semplifica notevolmente il disbrigo automatico delle vostre IMe Import, Export, nonché tutta la documentazione inerente le vostre spedizioni. Con EVVdatacenter il ritiro, il controllo, l’archiviazione, le analisi, le statistiche e la ricerca risulteranno nettamente molto più efficienti. Evvdatacenter, il prodotto più venduto, apprezzato ed economico in Svizzera.