BRASILE

Informazioni per il trasporto, i documenti di spedizione e l'importazione. Trasporti e spedizioni in Brasile

Brazil

Capitale
Brasilia

Popolazione
201Mio.

Lingue nazionali
Portoghese

Valuta
Real (BRL)

Prodotto interno lordo (PIL)
USD 2’246 Mrd.

PIL pro capite
USD 11’172

Cifra d’affari esportazioni in Svizzera
CHF 2’227 Mio,

Cifra d’affari importazioni dalla Svizzera
CHF 845 Mio.

Relazioni bilaterali Svizzera–Brasile

La Svizzera e il Brasile intrattengono relazioni ricche e intense, scambi politici regolari e vivaci rapporti commerciali.

 

Cooperazione economica

Il Brasile è il più importante partner commerciale della Svizzera in America latina. Nel 2015 la Svizzera ha importato dal Brasile merci per un valore di 1,43 miliardi CHF, principalmente oro, caffè e alluminio greggio. Le esportazioni svizzere verso il Brasile hanno invece raggiunto i 2,04 miliardi CHF e hanno riguardato prodotti farmaceutici, chimici e macchine. Alla fine del 2014, gli investimenti svizzeri in Brasile ammontavano a 13,6 miliardi CHF e le imprese svizzere impiegavano circa 68’484 persone nel Paese.
 

Disposizioni contrattuali

Accordo Mercosur per la creazione di un mercato unito: Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay. Liberalizzazione del commercio tra Mercosur e la comunità andina (Venezuela, Colombia, Ecuador, Perù e Bolivia) dal 1999.
Membro dell’ ALADI.
 

Lingue commerciali

Portoghese, inglese.
 

Pesi e misure

Sistema metrico
 

Valuta

Valuta nazionale: Cruzeiro Real (R$) = 100 Centavos
Codice ISO: BRL
 

Tariffa doganale

Sistema armonizzato.
 

Controllo di importazione

La responsabilità per il controllo e lo sviluppo del commercio con l’estero si hanno con il sistema di rilevazione SISCOMEX (Sistema Integrado do Comércio Exterior). Per la maggior parte delle importazioni è necessaria una licenza di importazione (L.I.). Tale licenza può essere sottoscritta da banche che sono anche titolate ad eseguire degli scambi di valute e l’emissione del documento avviene tramite esse. Nella licenza di importazione deve venir richiamato il nome e la firma del produttore e dell’esportatore (anche se identico). Per le merci seguenti sono necessari degli accordi particolari: le droghe, le armi, il materiale nucleare, il sangue conservato, alcuni erbicidi e pesticidi, le macchine usate, i veicoli trasporto persone, il vino, la saccarina e altri dolcificanti come pure sui prodotti chimici e farmaceutici e i cibi.
L’importazione di auto è proibita, mentre quella di parti di ricambio, macchinari e gomme è divenuta maggiormente difficoltosa.
Esiste una procedura di importazione semplificata per pacchetti fino a US $ 500 senza licenza di importazione. La validità della L.I. è di 60 giorni, in casi particolari può essere più lunga. La merce deve essere a bordo della nave o dell’aereo prima dello scadere della licenza ed il carico non può essere effettuato prima dell’emissione della licenza.
La data della polizza di carico o della lettera di vettura devono essere antecedenti alla scadenza della licenza. L’esportatore dovrebbe farsi confermare per iscritto dall’importatore se è necessaria una licenza e se deve venir presentata una fattura proforma. Viene accettata solo l’originale della fattura proforma.
Per le merci che devono ancora venir preparate, la fattura proforma deve riportare le seguenti clausole: “Material fabricado sob encomenda. Prazo de entrega …” Nella fattura proforma va indicato il valore FOB: in questo prezzo vanno inclusi gli imballaggi speciali e costi per il trasporto interno nonché i costi per i documenti richiesti dalle autorità brasiliane. Va ulteriormente dichiarato il nome e la firma del rivenditore in Brasile oltre alla provvigione a lui spettante. L’ammontare della provvigione può essere anche fornito separatamente. Questi dati non sono necessari se può essere presentata una scrittura dove è inserita la tipologia della merce e l’ammontare della provvigione. Nel caso in cui non intervenga un rivenditore va dichiarato espressamente.
Dal marzo 2015 la “Câmara de Comércio Exterior” (CAMEX) ha ridotto la dogana d’importazione per numerosi prodotti IT e macchinari che non sono prodotti in Brasile dal 16 % o 14 % al 2 % . Le diminuzioni di dogana sono entrate in vigore dal 06.03.2015 e valevano fino al 31.12.2015 (per prodotti IT) oppure fino al 30.6.2015 (prevalentemente per macchinari e attrezzature). Le responsabilità per la legalizzazione appartengono al Consolato generale o all’Ambasciata, solo su richiesta dell’importatore.
Imposta sugli affari: 17% 19%
 

Condizioni di pagamento e offerte

Si raccomandano consegne solo sulla base di lettera di credito irrevocabile e confermata. In caso di relazioni commerciali sono possibili delle consegne contanti contro documenti. In caso d’incasso di documenti vengono spesso imputati in fattura i costi dell’esportatore.
 

Indicazioni di origine

Va posta attenzione sui dati d’origine della merce qualora sia possibile confonderla con della merce brasiliana.
 

Marcatura / etichettatura

Ogni collo (anche pacchi singoli) deve essere marcato con un numero in successione. Esistono delle indicazioni di etichettatura speciale su preparati medici e cibi. Le informazioni possono venir fornite dalle autorità competenti.
 

Imballaggio

Imballaggio marittimo.
Per quanto riguarda le prescrizioni in merito alle firme per le casse esse vanno fornite dallo spedizioniere. Le prescrizioni di marcatura dei colli devono essere rispettate esattamente. La marcatura dei pacchi può riportare anche lettere numeri e cifre di riferimento di almeno 8 cm di diametro. Possibilmente non utilizzare la paglia e il fieno come materiale d’imballaggio dato che altrimenti sarebbero necessari dei certificati sanitari.
 

Modelli e campioni di merci

Esenti dogana se non vi è valore commerciale. Tutti i campioni con valore commerciale, anche se privi di valore, necessitano di una fattura commerciale. Sulla fattura commerciale deve essere apposta l’annotazione “samples without commercial value” o “amostra sem cobertura cambial”. Le merci da esposizione o per fiere, quindi per importazione temporanea, devono essere munite di una cauzione per l’ammontare dei dazi d’importazione.
 

Documenti di spedizione e accompagnamento

Per quanto riguarda i trasporti aerei e navali in particolar modo per merci che possono venir fornite in base a ordini governativi a condizioni agevolate, il mezzo di trasporto (nave o aereo) deve essere di bandiera del Paese d’origine o brasiliana (fonte: Cacex, Comunicado Nr. 80/16). Chiedere informazioni allo spedizioniere.

Documenti abituali e:

a) Fatture commerciali in 2 copie, in lingua portoghese (prestampato o fatture aziendali) datate e firmate dal produttore e Camera di commercio; la legalizzazione va effettuata solo se espressamente richiesto dal ricevente. Per quanto riguarda le determinazioni molto particolareggiate per la presentazione delle fatture chiedere informazioni allo spedizioniere o alla Camera di commercio. Le fatture commerciali possono essere munite della seguente dichiarazione: “Confirmamos que os preços indicados nesta factura são os effectivos preços de venda das mercadorias, correspondendo aos preços usuais mercado mundial, e que as mercadorias são de origem da Suisse. Confirmamos que somos exportadores e não agentes de compra do comprador brasileiro”;
b) Packing list (firmata);
c) No al certificato d’origine se viene consegnata merce svizzera. L’origine di merci non svizzere deve venir indicata nei certificati d’origine in modo molto chiaro e deve essere legalizzata a livello consolare. Per il vino, il mosto e i succhi, i superalcolici, l’aceto di vino, deve esserci un certificato d’origine. Inoltre per queste merci è necessario un documento combinato di analisi e certificato d’origine di un istituto d’analisi competente;
d) Se necessario deve esserci una licenza d’importazione;
e) Polizze d’ordine in 5 copie possibilmente in portoghese, spagnolo o inglese, numero della licenza d’importazione che deve essere richiamato e l’ordine con l’indirizzo di notifica non legalizzato;
f) Nei documento di carico (polizze d’ordine, lettere di vettura, fatture commerciali) devono venir richiamati i costi di spedizione in cifre e lettere. Le deroghe sono fonti di difficoltà;
g) Pacchetti postali fino a 20 kg: 1 carta pacchetto estero , 1 indicazioni di contenuto doganale in francese inglese, portoghese.

 

EVVDataCenter - L'archivio digitale delle IMe

Oltre 1000 aziende hanno scelto EVVDATACENTER, un prodotto che semplifica notevolmente il disbrigo automatico delle vostre IMe Import, Export, nonché tutta la documentazione inerente le vostre spedizioni. Con EVVdatacenter il ritiro, il controllo, l’archiviazione, le analisi, le statistiche e la ricerca risulteranno nettamente molto più efficienti. Evvdatacenter, il prodotto più venduto, apprezzato ed economico in Svizzera.