STATI UNITI D'AMERICA

Informazioni per il trasporto, i documenti di spedizione e l'importazione. Trasporti e spedizioni negli Stati Uniti d'America

USA

Capitale
Washington D.C.

Popolazione
316.8 Mio. (est.)

Lingue nazionali
Inglese, spagnolo

Valuta
US Dollar (USD)

Prodotto interno lordo (PIL)
USD 16’237 Mrd. (est.)

PIL pro capite
USD 51’248 (est.)

Cifra d’affari esportazioni in Svizzera
CHF 23’503 Mio.

Cifra d’affari importazioni dalla Svizzera
CHF 10’332 Mio.

Relazioni bilaterali Svizzera – Stati Uniti d’America

Gli Stati Uniti d’America rappresentano per la Svizzera un partner importante sotto ogni aspetto. Le relazioni tra i due Paesi vantano una lunga tradizione e riguardano gli ambiti più disparati. Secondo le stime, le persone di origine svizzera che vivono negli Stati Uniti sono circa un milione. Gli Stati Uniti d’America rappresentano il secondo mercato di esportazione della Svizzera, oltre a essere un importante centro per la formazione e la ricerca.

Cooperazione economica

Nel 2015 la Svizzera ha esportato nel Paese merci per un valore di 29,5 miliardi di CHF. Gli Stati Uniti d’America sono inoltre di gran lunga la destinazione più importante per gli investimenti diretti svizzeri all’estero. Tra il 2013 e il 2014 il capitale complessivo investito ha raggiunto quota 192 miliardi di CHF, ossia il 18,1% di tutti gli investimenti diretti svizzeri all’estero. Anche la Svizzera rappresenta un’importante destinazione per gli investimenti diretti degli Stati Uniti all’estero e, con un capitale di 99,7 miliardi di USD, gli Stati Uniti d’America occupano il terzo posto tra i Paesi di provenienza degli investimenti diretti esteri in Svizzera.
Grazie al suo dinamismo, il mercato statunitense offre alle ditte svizzere condizioni interessanti. Oltre 550 imprese svizzere si sono stabilite negli Stati Uniti d’America, dove nel 2014 davano lavoro a circa 298’700 persone.
Per rafforzare le relazioni commerciali tra i due Paesi sono stati istituiti il «Trade and Investment Promotion Forum» e una commissione economica bilaterale.

 

Lingue commerciali

Inglese.

 

Pesi e misure

Sistema anglosassone.

 

Valuta

Valuta nazionale US $ = 100 Cents (c).
Codice ISO: USD

 

Tariffa doganale

Sistema armonizzato. Sdoganamento in base al valore della transazione.

 

Controllo di importazione

Gli Stati Uniti d’America (USA) hanno aumentato i controlli su importazioni ed esportazioni nell’ambito della campagna antiterrorismo. Quindi il diritto di controllo sulle esportazioni US richiede come unico diritto l’efficacia extraterritoriale a livello globale.
Il programma per la certificazione doganale C-TPAT (“Customs-Trade Partnership against Terrorism” collaborazione doganale-commerciale contro il terrorismo) è un’iniziativa di sicurezza volontaria. Nell’UE dal 31.01.2013 è in vigore un’applicazione reciproca dei due programmi C-TPAT e dell’equivalente europeo dell’AEO. Le spedizioni marittime negli Stati Uniti d’America (USA) devono essere prenotate dalle imprese di navigazione 24 ore prima del carico nel porto di partenza presso le autorità doganali CBP. La Container Security Initiative (CSI) prevede tra le altre cose una verifica del container nel porto di destinazione. Le autorità doganali US hanno sede presso vari porti di imbarco nell’UE. L’iniziativa viene anche utilizzata per il trasporto aereo. Le informazioni sul contenuto del container devono essere presenti presso la dogana US 4 ore prima dell’arrivo del carico. (Numero Airway Bill -IATA-, numero del volo, spedizioniere, aeroporto di partenza, data di arrivo, numero e peso complessivo dei colli, descrizione della merce, nome del caricatore e del destinatario, autorizzazione all’importazione, posizione doganale). Nel Safe Port Act (nonostante la forte opposizione a livello politico e economico) è previsto che in futuro avvenga un controllo al 100% di tutti i container prima del carico. Da parte degli operatori postali europei vengono richiesti dati sul destinatario e sul mittente.
Non esiste un controllo dell’importazione e delle valute generale, tuttavia, per alcune merci esistono contingenti di importazione (per esempio alimenti, prodotti tessili, prodotti agricoli) per il vino e altri prodotti alcolici è necessaria una “Import Liquor License”, obbligo o obblighi di licenza o divieti di importazione sono applicati in generale per l’importazione di merci da Iran, Cuba, Liberia, Corea del Nord, Sudan e Siria. In conformità con la decisione presa nel 1976 da parte del Corte Suprema degli Stati Uniti le città o comuni di importatori di merci straniere presenti in magazzino possono esigere una tassa sugli immobili (importante per la scelta della sede). Il Foreign Investment and National Security Act (FINSA 2007) autorizza il presidente in ultima istanza a respingere investimenti stranieri. Inoltre esistevano già in precedenza ampi obblighi di segnalazione e di notifica di investimenti stranieri nei confronti del CFIUS. (per maggiori informazioni: www.ahk-usa.com).
In data 01.04.2009 è entrato in vigore un obbligo di dichiarazione libero (per il momento) per gli importatori di prodotti primari vegetali. (autorità competente:APHIS, www.aphis.usda.gov)
Il 14.08.2008 è entrato in vigore il nuovo “Consumer Product and Safety Act Improvement Act 2008”. In particolare, sono interessati dalla nuova “Import Safety Strategy” i giocattoli; tuttavia il nuovo Act disciplina anche nuovi obblighi per i produttori, i fornitori e gli spedizionieri in merito alla presentazione di certificati di conformità per l’importazione (maggiori informazioni: www.ahk-usa.com).
Dal 27.01.2011 i produttori devono presentare certificati di conformità per pellicole plastiche in vinile, tappeti e abbigliamento. L’iniziativa per la sicurezza 10+2 (“10+2 security filings”) è in vigore dal 26.01.2009. Per questo gli importatori e gli spedizionieri/trasportatori hanno l’obbligo di presentare alle autorità doganali US un framework dati in formato elettronico di dati supplementari 10+2. Ulteriori informazioni: http://www.cbp.gov/xp/cgov/trade/cargo_security/carriers/security_filing/. Disposizioni più rigide per gli spedizionieri marittimi (e in base alle condizioni di fornitura anche per i fornitori) a causa della “Importer Security Filling” (ISF), che deve essere presentata all’amministrazione doganale US per non incorrere altrimenti in sanzioni economiche (dal 26.01.2010). L’importazione di prodotti metallici usati è possibile solo dietro presentazione di una certificazione di un laminatoio. Dal 01.10.2011 aumento delle imposte di sdoganamento dallo 0,21% al 0,3464% del valore FOB (fino al 30.11.2015).
Gli USA hanno applicato un embargo totale nei confronti dell’Iran. Esportazioni e riesportazioni da paesi terzi in Iran che presentino una quota US  maggiore del 10% (presentazione semplificata), sono soggette ad un ulteriore obbligo di autorizzazione US. Attualmente possono avere l’autorizzazione solo merci per aiuti umanitari (per es. alimenti e farmaci).

 

Condizioni di pagamento e offerte

Le condizioni di pagamento sono soggette ad un libero accordo.

Solitamente dipendono dalla solvibilità dell’ordinante:

  1. Pagamento dietro presentazione di documenti;
  2. Pagamento da 30 a 90 giorni tratta a vista.

La lettera di credito non è molto comune.
Offerte in US $, possibilmente CIF US-porto di entrata (indicare in particolare il prezzo FOB), si consiglia di indicare i termini di consegna vincolanti. Il materiale per le offerte e gli opuscoli vanno redatti in lingua inglese. Per la presentazione dell’offerta si preferisce l’uso di unità di misura US. Le firme elettroniche sono applicabili negli Stati Uniti d’America (USA).

 

Indicazioni di origine

È prescritta l’indicazione dei dati di origine (paese d’origine) su merci e colli; “UE” non riconosciuto; in diversi casi è necessaria anche l’indicazione del produttore o dell’acquirente in lingua inglese (informazioni presso l’IKHn).

 

Marcatura / etichettatura

Non tutte le merci possono essere etichettate con “Made in …” se dirette verso gli Stati Uniti d’America (USA). Si applicano disposizioni molto precise anche per l’etichettatura di alimenti, apparecchiature mediche, cosmetici, capi di abbigliamento infiammabili, giocattoli, trattamenti di bellezza, ecc. Chiedere al destinatario.

 

Imballaggio

Imballaggio per spedizioni marittime. Non utilizzare paglia e fieno come materiale da imballaggio. Per l’importazione di pallet e altri imballaggi in legno (compreso il materiale di imbottitura) l’esportatore deve presentare un certificato in cui si attesti che l’imballaggio è privo di pesticidi, sostanze inquinanti, ecc. (inoltre sull’imballaggio esterno deve essere indicato il materiale dell’imballaggio interno, altrimenti è probabile un’apertura da parte della dogana). In conformità con gli standard ISPM 15 il materiale di imballaggio importato in legno, indipendentemente dal Paese d’origine, deve essere stato trattato e contrassegnato secondo i criteri stabiliti nell‘ISPM. È vietata l’importazione di legno per imballaggi non trattato. In caso di gravi violazioni la merce può essere confiscata ed eventualmente distrutta. I container per il trasporto marittimo devono essere sigillato con piombo ad elevata sicurezza (standard ISO/PAS 17712).

 

Modelli e campioni di merci

I campioni senza valore commerciale o utilizzabili solo come tali o il cui valore non supera US $ 1 sono esenti da dazi doganali.
L’esenzione da dazi doganali per modelli e campioni di prodotti del tabacco e di bevande alcoliche è limitato a spedizioni che sono destinate a società commerciali del settore. È possibile importare senza dazi doganali in un trimestre solo un modello di un prodotto e nessuna spedizione di modelli può contenere più di 3 sigari, 3 sigarette, 1/8 di oncia di tabacco, 1/8 di oncia di tabacco da fiuto, 3 tubetti per sigarette, 25 cartine per sigarette, 8 once di birra, 4 once di vino o 2 once di un’altra bevanda alcolica. È consigliabile l’utilizzo della procedura Carnet ATA (la dogana US richiede i Carnet in lingua inglese). Non applicabile per merci destinate a fiere e esposizioni.

 

Documenti di spedizione e accompagnamento

Ogni fattura non può contenere più di una singola spedizione su una nave o su altro mezzo di trasporto da un mittente verso un destinatario. Ogni fattura deve contenere l’indicazione dell’addetto dell’esportatore responsabile e informato della procedura. Per spedizioni di merci fino a US$ 2500 (informal entries) il disbrigo delle pratiche in dogana avviene sulla base della fattura presentata. Documenti tipici, come:

a) Fatture commerciali (4 copie) in inglese, non asseverate, senza firma. Indicazioni tradizionali, con indicazione anche del luogo di imbarco e di importazione, oltre alla data dell’invio il codice HS (sistema armonizzato). Indicare come Paese d’origine. Chiara indicazione nella dichiarazione di importazione che deve presentare l’importatore sulle informazioni supplementari sui prezzi relativamente ai singoli costi CIF. Accordarsi con l’importatore, cfr. a). Se pertinente: chiara dichiarazione: “Transaction between not related parties”;

b) Particolari fatture doganali per:

– Prodotti in cotone, tessuti in cotone e lino;

– Customs Form 5519;

– Calzature – Interim Footwear Invoice – Customs Form 5523;

– Prodotti di acciaio – Customs Form 5520 (SSSI = Special Summary Steel Invoice – 2 copie) per prodotti in acciaio con valore superiore a US $ 10 000.

Instructions for Preparation of Special Summary Steel Invoice da presentare alla Camera di commercio.

Alla fattura commerciale va allegato un elenco dei colli, da compilare completamente, in modo che la dogana possa verificare il carico.

Devono essere rispettate numerose disposizioni speciali per alimenti, tessuti, articoli elettrici, ecc. (ulteriori informazioni presso Camera di commercio e dell’industria e associazioni di categoria);

c) Certificato di origine in generale non necessario; è sufficiente la precisa indicazione dell’origine nelle fatture doganali. Certificato di origine necessaria per vini; chiedere alla Camera di commercio e dell’industria per le disposizioni speciali (per es. vino);

d) Le polizze di carico non richiedono autenticazione;

e) Per pacchetti postali fino a 31,5 kg, per utenti commerciali con contratto 30 kg: 1 bollettino di spedizione estero, 1 dichiarazione doganale (inglese), 1 fattura commerciale, indicare lo stato federale preciso; non inserire lettere nei pacchetti postali, per evitare una doppia tassazione. Adesivo “Con posta aerea” su bollettino di spedizione estero. Trasporto aereo/marittimo: seguire i punti a)–c). Per pacchetti postali e spedizioni aree al di sotto di US $ 2.000 ci sono agevolazioni per lo sdoganamento.

 

EVVDataCenter - L'archivio digitale delle IMe

Oltre 1000 aziende hanno scelto EVVDATACENTER, un prodotto che semplifica notevolmente il disbrigo automatico delle vostre IMe Import, Export, nonché tutta la documentazione inerente le vostre spedizioni. Con EVVdatacenter il ritiro, il controllo, l’archiviazione, le analisi, le statistiche e la ricerca risulteranno nettamente molto più efficienti. Evvdatacenter, il prodotto più venduto, apprezzato ed economico in Svizzera.