BAHRAIN

Informazioni per il trasporto, i documenti di spedizione e l'importazione. Trasporti e spedizioni in Bahrain

Bahrain

Capitale
Manama

Popolazione
1,2 Mio.

Lingue nazionali
Arabisch, Englisch ebenfalls weit verbreitet

Valuta
Bahrain-Dinar (BHD)

Prodotto interno lordo (PIL)
USD 33.4 Mia.

PIL pro capite
USD 27’965

Cifra d’affari esportazioni in Svizzera
CHF 271.7 Mio.

Cifra d’affari importazioni dalla Svizzera
CHF 30.6 Mio.

Relazioni bilaterali Svizzera–Bahrein

La Svizzera intrattiene relazioni diplomatiche con il Bahrein dal 1971.

Gli interessi della Svizzera nel Regno del Bahrein sono rappresentati dall’Ambasciata di Svizzera nel Qatar. A Manama, la capitale del Regno, ha sede un Consolato generale onorario.
L’Ambasciata del Regno del Bahrein a Parigi è competente anche per la Svizzera.

Cooperazione economica

Il Bahrein è un importante centro regionale che attira gli ambienti finanziari svizzeri. I due Paesi hanno concluso nel 1986 un accordo sul traffico aereo civile, seguito nel 2004 da una convenzione contro la doppia imposizione nel campo del traffico aereo e marittimo.

Disposizioni contrattuali

Unione doganale: Bahrain, Katar, Kuwait, Oman, Saudi-Arabien, Emirati arabi uniti Membro della lega araba. Utilizzo del carnet A.T.A.

Lingue commerciali

Inglese.

Pesi e misure

Sistema metrico

Valuta

1 Dinaro del Bahrain (BD) = 100 Fils. Codice ISO: BHD

Tariffa doganale

Sistema armonizzato su base GCC

Controllo di importazione

L’importatore deve essere registrato. Sistema di licenze: divieto d’importazione principale per merci provenienti da Israele ovvero merci “Black List”. Sono necessarie delle licenze d’importazione solo per alcune poche merci, ad es. per bevande alcoliche, droghe, narcotici, metil spirito. Un certo numero di merci è ancora sottoposto a divieto d’importazione. La Camera di Commercio del Bahrain consiglia di effettuare ordini tramite dei rivenditori in loco e di non importare tramite agenzie in altri Paesi. Le merci importate devono essere munite del “Bill of Entry” (“carte d’accompagnamento e spedizione”). Non si conoscono delle restrizioni in materia di valuta.

Condizioni di pagamento e offerte

E’ usuale la predisposizione di lettere di credito irrevocabili con conferma d’ordine alla banca interessata anche per le nuove operazioni. Altrimenti D/P Fatturazione: €, US $

Indicazioni di origine

I dati d’origine sono necessari per tutte le merci.

Marcatura / etichettatura

Gli obblighi di marcatura normali a livello commerciale devono essere in lingua inglese. Sono necessari i dati aggiuntivi del porto di scarico e del Paese di ricezione. Fare a meno di una indicazione di golfo, fino ad ora è necessario solo usare “Arabian Gulf”. Vanno evitare le etichette autoadesive. Va posta attenzione a delle indicazioni di etichettatura speciale su farmaci e cibi, nel caso chiedere all’importatore.

Dati originari e imballaggio

Utilizzo degli standard ISPM nr. 15 per confezioni in legno. E’ consigliabile scegliere degli imballaggi resistenti agli urti e impermeabili.

Modelli e campioni di merci

I campioni senza valore commerciale sono esenti da dogana. Per i campioni da esibire e merce per fiera va utilizzato il Carnet A.T.A.

Documenti di spedizione e accompagnamento

Vige il divieto di dichiarazioni di boicottaggio. Come conseguenza vi è che la Camera di Commercio non può più legalizzare i documenti di commercio se vengono utilizzate delle formule discriminanti. Anche la scorciatoia tramite notai e tribunali o uffici amministrativi deve essere esclusa. Si devono usare delle formule positive. Tutti i documenti devono essere in arabo o in inglese. a) Fatture 3 copie inglese, dati dettagliati con indicazione del Paese d’origine (in caso d’origine svizzera “Switzerland” o altro Paese se del caso), legalizzata dalla Camera di Commercio (presentare 4 copie). In fondo alla fattura va riportata la seguente dicitura: “We certify that the goods exported to Bahrain are of pure national origin of the . . . . . . . . . . . . (dati di origine), name of manufacturer: (nome del produttore)”. Delle dichiarazioni positive con contenuto simile – se non sono in contrasto con l’ordinanza anti boicottaggio – possono venir accettate. Le fatture commerciali vanno firmate. La firma facsimile non è sufficiente. b) Certificati d’origine: da 1 fino a 2 copie. Per merce d’origine svizzera, va indicato “Switzerland” o altro Paese se del caso. Nel retro va lasciata la stessa dichiarazione come in fattura (vedi sopra) vincolante per legge (annotazione nel registro del commercio) da firmare. Legalizzazione tramite l’ambasciata del Bahrain. Inoltrare in busta indirizzata e affrancata, formato C 4. Pagamento in contanti della somma con assegno da accreditare. c) Le polizze di carico d’ordine ammesse con indicazione di un indirizzo di notifica. d) Spedizioni postali: pacchetti: carta internazionale pacchi; peso massimo 20 kg, 2 carte per pacchi esteri dichiarazione di contenuto doganale (inglese e arabo). e) Packing list dettagliata (2 copie).

EVVDataCenter - L'archivio digitale delle IMe

Oltre 1000 aziende hanno scelto EVVDATACENTER, un prodotto che semplifica notevolmente il disbrigo automatico delle vostre IMe Import, Export, nonché tutta la documentazione inerente le vostre spedizioni. Con EVVdatacenter il ritiro, il controllo, l’archiviazione, le analisi, le statistiche e la ricerca risulteranno nettamente molto più efficienti. Evvdatacenter, il prodotto più venduto, apprezzato ed economico in Svizzera.