MALESIA

Informazioni per il trasporto, i documenti di spedizione e l'importazione. Trasporti e spedizioni in Malesia

Malaysia

Capitale
Kuala Lumpur

Popolazione
29.24 Mio.

Lingue nazionali
Malese, cinese, inglese, tamil

Valuta
Ringgit (MYR)

Prodotto interno lordo (PIL)
USD 303.53 Mrd.

PIL pro capite
USD 10’380

Cifra d’affari esportazioni in Svizzera
CHF 721.5 Mio.

Cifra d’affari importazioni dalla Svizzera
CHF 423.99 Mio.

Relazioni bilaterali Svizzera–Malaysia

La Svizzera intrattiene buoni contatti nel campo della formazione e sostiene progetti dell’Organizzazione internazionale dei legni tropicali (ITTO) per la gestione sostenibile delle foreste tropicali. In Malaysia le imprese svizzere beneficiano di condizioni quadro favorevoli.

Cooperazione economica

La Malaysia è una piazza attrattiva per le imprese svizzere grazie alle buone condizioni quadro e al collegamento al mercato della regione Asia-Pacifico con i suoi ca. 600 milioni di abitanti. La Malaysia è il terzo partner commerciale della Svizzera in ordine di importanza in seno dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico (ASEAN) alle spalle di Singapore e Thailandia. Nel 2011 in Malaysia operavano circa 120 aziende svizzere che occupavano oltre 20’000 dipendenti. Il Paese è anche un’apprezzata destinazione turistica per una nutrita schiera di cittadini svizzeri.

Lingue commerciali

Inglese.

Pesi e misure

Sistema metrico, talvolta anche sistema anglosassone

Valuta

Valuta nazionale Ringgit (RM $) = 100 Sen.
Codice ISO: MYR

Tariffa doganale

Sistema armonizzato; sdoganamento in base al valore della transazione.

Controllo di importazione

La maggior parte delle merci, soprattutto prodotti industriali, possono essere importati in Malesia senza alcuna limitazione. L’importazione di determinati prodotti è vietata, soggetta a obbligo di licenza e/o a normative speciali. Esiste un divieto di importazione per merci provenienti da Israele e ad esempio per armi, determinate sostanze chimiche tossiche, veicoli aventi più di cinque anni e materiale pornografico o simili. Obbligo di licenza ad esempio per articoli elettrici (computer, accessori per telefono e fax, fili e cavi), veicoli nuovi e usati (sotto i cinque anni), parti di autoveicoli, macchinari per l’edilizia, animali domestici (cani, gatti e uccelli), piante, terra, alcuni farmaci e sostanze chimiche, certi prodotti siderurgici e alcuni alimenti. Il riso può essere importato solo dall’Ente Nazionale Risi.
Per alcune merci si applicano limitazioni di importazione quantitative (nel caso dei polli per proteggere l’agricoltura locale). In caso di dubbi, è possibile consultare il Dipartimento delle dogane e delle accise reale del Ministero delle Finanze, competente per il controllo delle importazioni, o il Ministero del Commercio e dell’Industria. Il Ministero del Commercio e dell’Industria gestisce in nome del Dipartimento delle dogane e delle accise reale le licenze di importazione. Una licenza normalmente ha una validità di 12 mesi che può, su richiesta, essere estesa. Non è richiesta alcuna licenza per le importazioni effettuate da uffici statali. Gli elenchi delle merci con divieto o limite di importazione per motivazioni diverse fanno parte del “Customs Prohibition of Imports” (restrizioni alle importazioni da parte della Dogana).
La direttiva vigente sul controllo dei cambi è valida per tutti gli Stati eccetto i seguenti: Israele, Serbia e Montenegro. I bonifici esteri sono possibili solo nella valuta estera e non in MYR. Il pagamento in valuta estera è in linea di massima consentito; egualmente i pagamenti per importazioni, ma il trasferimento deve avvenire in valuta estera. Nelle esportazioni FOB con valore superiore a 100.000 MYR per spedizione, occorre compilare il formulario (KWP-X) e consegnarlo alla dogana durante l’esportazione. Le entrate derivanti dalle esportazioni in valuta estera devono essere ricondotte in Malesia al più tardi entro 6 mesi. Le importazioni e le esportazioni non richiedono autorizzazione fino a 1.000 MYR, per valori superiori a 1.000 MYR (o l’equivalente in valuta estera) è richiesta l’autorizzazione della Banca centrale.
Da gennaio 2015 l’IVA (o Salex Tax) è al 6%.

Condizioni di pagamento e offerte

La Lettera di credito è il metodo di pagamento più auspicabile. Per importatori solventi è praticabile anche il pagamento contro documenti. Fatturazione in euro/dollari o in qualsiasi altra valuta convertibile. Offerte in lingua inglese; prezzi CFR a Port Kelang. Possibilità di assicurazione delle esportazioni.

Indicazioni di origine

In linea di massima non richieste. Si consiglia la marcatura delle merci “Made in …”.
È sempre richiesta un’indicazione del Paese di origine (ad es. Made in …) in caso di indicazioni fuorvianti riguardo al Paese di origine per mezzo dell’etichettatura o del tipo di presentazione.

Marcatura / etichettatura

Esistono delle disposizioni di etichettatura speciali per prodotti farmaceutici, mangimi per animali, sigarette e prodotti agricoli.

Imballaggio

Non sono state emesse normative speciali sulla marcatura delle casse, è sufficiente la marcatura consueta. Negli imballaggi per spedizioni marittime osservare le condizioni climatiche. Sono sufficienti etichette in inglese sulle merci. Negli imballaggi di alimenti devono essere presenti indicazioni sul contenuto nutrizionale.
È prevista un’indicazione del prezzo per tutte le merci offerte nel commercio al dettaglio. Sono vietate e importazioni di merci che sono corredate in una qualsiasi forma con immagini o disegni di banconote o monete. Le confezioni non devono (se possibile) contenere nessuna merce con posizioni tariffarie doganali diverse.
Applicazione dello standard internazionale ISPM n. 15 dell’IPPC (Convenzione internazionale per la protezione delle piante).

Modelli e campioni di merci

I campioni senza valore commerciale sono ammessi esenti da dazio doganale.
Per le importazioni temporanee depositare le consuete cauzioni. Stampati e regali a carattere pubblicitario hanno l’obbligo di dazio doganale (allegare 1 certificato di origine), dicitura: “Value for customs purposes only” (Valore indicato ai soli fini doganali) con il valore dichiarato
Applicabile il metodo Carnet A.T.A.

Documenti di spedizione e accompagnamento

Documenti abituali, nonché:

a) Fatture commerciali in triplice copia, in inglese con le consuete indicazioni; anche valore FOB, costi CIF e valore CIF (quando sono possibili diverse posizioni doganali, produrre ogni tipo di merce con valore CIF separato), fatture commerciali non autenticate, firmate con l’indicazione del Paese di origine;

b) Certificati di origine (per la Malesia occidentale) sono richiesti solo per merci provenienti dai paesi del Commonwealth, salvo l’invocazione di una tariffa doganale speciale;

c) Polizze di carico non autenticate; polizze di carico relative all’ordine possibili con indirizzo di ritorno;

d) Polizza di carico marittima o aerea;

e) Eventualmente certificato fitosanitario;

f) Colli postali: peso massimo 20 kg, 1 IPK, 1 dichiarazione in dogana (in inglese).

 

EVVDataCenter - L'archivio digitale delle IMe

Oltre 1000 aziende hanno scelto EVVDATACENTER, un prodotto che semplifica notevolmente il disbrigo automatico delle vostre IMe Import, Export, nonché tutta la documentazione inerente le vostre spedizioni. Con EVVdatacenter il ritiro, il controllo, l’archiviazione, le analisi, le statistiche e la ricerca risulteranno nettamente molto più efficienti. Evvdatacenter, il prodotto più venduto, apprezzato ed economico in Svizzera.